Libri

Il Grande Occhiale. Storie ed esperienze di self help, raccontate dai pazienti di penna di Giuliana Ukmar. A cura di Patrizia Adamoli. Ed. FrancoAngeli, 2005Mal d'amore o amor sano?
Come dire addio alla sofferenza e imparare ad amare
di Patrizia Adamoli e Alberto Ugo Caddeo
Ed. Franco Angeli, Milano 2007


Si può farla finita... con il "mal d'amore"?
Ecco un libro-guida per chi vuole costruire un nuovo equilibrio di coppia e vivere un "amore sano". Un libro ricco di spunti e di indicazioni pratiche per riconoscere e accogliere i segnali di crisi, elaborare e superare i momenti difficili, scoprire in se stessi desideri e aspirazioni; perché solo così sarà possibile progettare e costruire una relazione davvero creativa, capace di farci crescere nel rapporto, imparando l'amore. 
Scritto da un'esperta di comunicazione con il contributo clinico di uno psicoterapeuta - entrambi di formazione psicosomatica - il testo propone anche una lettura in chiave simbolica dei comportamenti e delle emozioni maschili e femminili nella relazione di coppia e un'analisi delle principali patologie psicosomatiche legate alla sfera dei sentimenti d'amore.

Indice:

Introduzione. "Addio!"... E poi?
Perché ci si innamora
(Così tutto ha inizio; La paura; Bisogni, aspettative, proiezioni)
Psicodinamica di coppia e della relazione
(La vittima; Il carnefice; Il critico interiore; L'attivista e il contemplativo; L'egoista e l'altruista)
Emozione ed emotività
(Come amano gli uomini; Come amano le donne; Come lasciano gli uomini; Come lasciano le donne)
Il mal d'amore: la sconfitta, l'egoriflessione, la depressione
(Le fasi dell'elaborazione del lutto; Le strategie per il superamento del lutto; Lasciar andare... vuol dire amare)
Il nuovo progetto: l'amore sano
(La gestione dei sentimenti, dell'emotività e degli addii; Strategie e consigli pratici per un rapporto equilibrato con se stessi e nelle relazioni con l'altro)
Gli "strumenti per la sacca", da portare sempre nella mente e nel cuore
(Per comunicare; Per una buona comunicazione; Per una buona relazione; Nella crisi; Nell'abbandono; Per concludere)
Approfondimenti
Psicosomatica: ma che cos'è?
(L'amore e la risonanza sul corpo: l'aspetto psicosomatico dell'abbandono; Le malattie del cuore; Il diabete; La cute; L'apparato genitale)
Abbandono e tradimento attraverso la lettura dei miti
(L'abbandono del mito; Il tradimento del mito; Il mito dell'esilio come causa dell'amore; Il caso clinico di Fiorella)
Piccola bibliografia.



Il Grande Occhiale. Storie ed esperienze di self help, raccontate dai pazienti di penna di Giuliana Ukmar. A cura di Patrizia Adamoli. Ed. FrancoAngeli, 2005
Il Grande Occhiale
Storie ed esperienze di self help, raccontate dai pazienti di penna di Giuliana Ukmar
A cura di Patrizia Adamoli
Ed. Franco Angeli, Milano 2005


Il volume raccoglie le migliori testimonianze, sotto forma di testi brevi, inviate dai lettori delle opere di Giuliana Ukmar, nell'ambito della prima edizione del Premio a lei dedicato .

Perché pensiamo sempre, o quasi sempre, che solo un esperto ci possa dire e dare la verità? Non è invece che "la verità" sta in ciascuno di noi, e che ognuno di noi a suo modo, per le sue possibilità, può incontrarla, riconoscerla, sperimentarla, trasmetterla, e poi restituirla ad altri ?

Qui troverete testimonianze, dialoghi in assenza, racconti e anche favole. Mamme che parlano ai figli, figli e figlie che parlano di sé, nonne, nonni, papà, maestre, insegnanti. Tutti una storia, la storia di tutti: sofferenze, gioie, voglia di farcela o di mollare, ma nel profondo un unico desiderio: vincere la paura, raccontare e raccontarsi, con la certezza, per averlo provato, che anche solo una parola detta o scritta o letta può ridare luce e forza e speranza a sé ed altri. I temi sono tanti e tutti legati alla quotidianità, a volte alla fatica del vivere: adozione, anoressia e bulimia, problemi di separazione, di lutti, di scuola, relazione genitori-figli... ma poi, anche le favole.

Tutte porzioni di vita raccontate a se stessi, e a voi. Racconti sollecitati da un ricordo, da un "dialogo in assenza", un dialogo con chi, pur non essendoci più, è stata, per un lungo o breve incontro personale o con un suo libro, il grande occhiale, la lente attraverso cui osservare le cose in modo diverso, con più coraggio, serenità, accettazione, determinazione. E un tenace sorriso. Le stesse qualità di lei, Giuliana Ukmar.


Il Grande Occhiale. Storie ed esperienze di self help, raccontate dai pazienti di penna di Giuliana Ukmar. A cura di Patrizia Adamoli. Ed. FrancoAngeli, 2005Comunicazione, media e societa'
A cura di Patrizia Adamoli e Maurizio Marinelli
Ed. Baskerville, Bologna 2005


I testi raccolti in questo volume sono i primi sette saggi selezionati dal comitato scientifico del Premio Baskerville “Mauro Wolf”, dedicato alla memoria di Mauro Wolf, professore all’Istituto di Scienza delle Comunicazione dell’Università di Bologna e fondatore della Biblioteca di Scienze della Comunicazione di Baskerville, che ha diretto fino alla sua prematura scomparsa nel 1996.

Il premio è riservato a saggi o ricerche di studenti, ricercatori, operatori della comunicazione e dell’informazione che hanno per tema la comunicazione, i media e l’informazione con riferimento particolare al loro effetto sulla società, nelle sue espressioni culturali, economiche e politiche.
Istituito per la prima volta nel 2004, il Premio Baskerville "Mauro Wolf" è assegnato ogni due anni da un comitato scientifico composto da docenti e professionisti della comunicazione e presieduto da Patrizia Adamoli (direttrice KinderKom) e Maurizio Marinelli (presidente Baskerville), entrambi ex studenti di Mauro Wolf a Bologna, che insieme hanno ideato il premio.


Depressione e fiori di Bach. 25 rimedi dolci per la cura delle depressioni medio-lievi. Autrice Maria Tucci. Ed. FrancoAngeli, Milano 2003. Presentazione di Patrizia AdamoliDepressione e fiori di Bach
25 rimedi dolci per la cura delle depressioni medio-lievi
Autrice Maria Tucci
Ed. Franco Angeli, Milano 2003
Presentazione di Patrizia Adamoli


Che cos'è e da dove viene la depressione?

Come possiamo sapere se siamo veramente depressi o solo tristi, stanchi, delusi e preoccupati?

Quali sono i metodi migliori per curare le forme medio-lievi di depressione in modo dolce e non invasivo?

I fiori di Bach possono costituire un rimedio efficace? E come distinguere quali usare e come combinarli?

A queste e a molte altre domande risponde questo testo che, accanto ad una trattazione coinvolgente e ampia del disturbo depressivo, osservato da differenti punti di vista (storico, mitologico, letterario e psicologico) presenta i 25 fiori di Bach ritenuti dall'autrice più utili nella cura dei casi di depressione medio-lieve.

I fiori di Bach, qui descritti per le loro caratteristiche botaniche, cliniche e simboliche, concentrano il loro effetto sulle cause profonde da cui scaturiscono i sintomi, intervenendo sulle radici interiori che li hanno provocati; inoltre per le loro specificità, costituiscono un trattamento dolce e non invasivo indicato anche per i bambini.

© 2015 PaStudio. All Rights Reserved.